Marrese racconta il terzo scudetto ” favolistico ” della F, Unipol ha presentato con Virtus ” Per gioco e per passione ” e Sabatini ha riparlato di Bryant

Gyorgy Garics
Pioli ritrova Garics ma perde Lombardi: adesso, in porta, solo Agliardi e Stojanovic…
6 dicembre 2012
fisichella
Pit stop Ferrari al Motor Show,
arriva la madrina Virginia Raffaele
6 dicembre 2012
Marrese copertina xp7:Layout 1

Uscito ieri in libreria, “Il terzo scudetto – Una Fortitudo da favola” rappresenta la seconda fatica letteraria (dopo l’ottimo esordio del 2010 con il romanzo a sfondo storico-calcistico “Rosa di Fuoco”) di Emilio Marrese. Per la verità, nell’86, il giornalista di Repubblica scrisse – assieme ad Alberto Bortolotti – un racconto romanzato della promozione del Bologna, ” Gigi MyFriend “, che ebbe buoni riscontri ed é catalogabile in ogni caso come opera giovanile.

Il romanzo del giornalista, da sempre tifoso Fortitudo, ignora le tristi vicende degli ultimi anni e racconta la cronaca della giornata decisiva per la conquista dello scudetto 2012 in finale contro i nemici di sempre della Virtus, riassaporando le sensazioni di un derby che ha fatto epoca e che manca a tutti: immaginate una Siena in cui non si corra più il Palio. Basket City torna così, almeno nella fantasia, a rivivere, in un momento non altrettanto drammatico, ma comunque deprimente anche per i cugini virtussini, notevolmente ridimensionati dopo i fasti degli anni 90.

La finalissima scudetto viene vissuta attraverso gli occhi di quattro protagonisti fortitudini: Ermete, il vecchio e taciturno massaggiatore, custode di mille segreti dello spogliatoio; Giampaolo, il giovane vice-allenatore, piccolo mago della tattica, stanco di vivere nell’ombra del capo; Manner,  uno dei capi storici della Fosse dei Leoni che vede la sua autorità minacciata dalle nuove leve e soprattutto dal tempo che passa; e, infine, Lupo, il capitano della squadra, all’ultima partita di una carriera da solido gregario.

Il terzo scudetto è edito da Pendragon e costa 12 euro. Emilio Marrese sarà a Bologna per presentarlo venerdì 7 dicembre, alle ore 19 a palazzo Re Enzo (Sala del Quadrante), assieme a Gianluca Farinelli, Ivo Germano e Bob Messini. Una bella occasione per parlare –e sentir parlare- di basket, magari riassaporando le atmosfere che fino a qualche anno fa caratterizzavano “Basket City”.

Un momento della presentazione di ” Per gioco e per passione “

Intanto all’Ambasciatori é stato presentato ” Per gioco e per passione “, un volume fotografico di alta qualità edito da Contrasto e omaggiato da Unipol Banca per le festività natalizie. Buona parte della Virtus era in sala, da Claudio Sabatini ad Alex Finelli, da Massimo Faraoni a Giordano Consolini, poi il capitano Peppe Poeta, Riccardo Moraschini, Matteo Imbrò e altri componenti del roster. Il libro ritrae anche Kobe Bryant e su quella vicenda é tornato Claudio Sabatini: ” Grande operazione di comunicazione? Macché, tentativo vero, cresciuto in 40 notti insonni del triplo come ingaggio, avendo calato di otto decimi le gare in cui sarebbe stato impegnato. Peccato, il perdurare del lock-out ci avrebbe aiutato, lo stesso Kobe é stato sincero nel riconoscere che eravamo vicini “.

 

Ugo Mencherini / Alberto Bortolotti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.