Difesa a 3 o 4 contro la Lazio ballottaggio in mezzo tra Krhin e Koné Pioli: ” Loro compatti e bravi a ripartire “

meccanica nova
Terzo stop consecutivo per la Meccanica Nova
9 dicembre 2012
Garcia
Il Dalla Chiesa al Gese vinto
da Garcia, cavaliere di casa
9 dicembre 2012
Stefano Pioli

Stefano Pioli

Il Bologna si presenta all’appuntamento contro la Lazio con due possibili moduli. Il recupero di Sorensen (al 90% della condizione, secondo la stima di Pioli, dopo il problema alla caviglia) fa propendere per il ritorno alla difesa a 3 e per il 3-4-2-1, ma Pioli ha comunque provato per tutta la settimana il cosiddetto ‘Albero di Natale’, ovvero il 4-3-2-1, che resta una soluzione possibile. Nel primo caso, spazio allo stesso Sorensen con Antonsson  e Cherubin, Garics e Morleo sulle fasce a centrocampo, con Perez e Taider al centro, Diamanti e Kone (chiamato ad avere un occhio di riguardo su Ledesma) sulla trequarti e Gilardino in attacco. Nel caso di difesa a 4, a centrocampo troverebbe spazio Krhin (più di Guarente) con Taider e Perez. Torna tra i convocati Roger De Carvalho, dopo l’intervento per la frattura della mandibola mentre non sono stati convocati Radakovic e Riverola.

“Domani sera in campo – ha detto alla vigilia Pioli – mi aspetto di rivedere la mia squadra, ovvero che sappia ripetere le prestazioni fatte nell’ultimo mese e sappia giocare con personalità, decisione e con continuità per tutto l’arco della gara. Voglio un consolidamento delle nostre prestazioni, anche se sappiamo che avremo di fronte un avversario di alta qualità e che ha tanti giocatori che possono trovare la giocata vincente e imprevedibili in soluzioni come le conclusioni dalla lunga distanza: dovremo gestire la fase passiva con grande attenzione, compattezza e aggressività. Avere la possibilità di gestire bene le due fasi di gioco è un grande vantaggio, e anche domenica scorsa contro l’Atalanta lo abbiamo dimostrato: allo stesso modo, è un vantaggio poter iniziare con un sistema di gioco e poi cambiarlo nel corso della gara. Sia noi che la Lazio giocheremo per la vittoria, e la squadra di Petkovic gioca tra l’altro con grande compattezza, visto che tutti lavorano sotto la linea della palla poi ribaltano l’azione con grande velocità e qualità. Della Lazio abbiamo grandissimo rispetto, ma giochiamo in casa, vogliamo fare la nostra partita e cercare un risultato positivo. I risultati di oggi non cambieranno in nessun modo la nostra preparazione e il nostro approccio alla partita. L’obiettivo resta quello di arrivare il prima possibile a quota 40 punti, quindi vedere la classifica prima della partita di domani non cambierà nulla, e non cambierà neppure vederla dopo la nostra partita. Si gioca per migliorare la classifica, consolidare le nostre prestazioni e mettere in campo tutto il nostro potenziale”.  Il tecnico si è poi soffermato ancora una volta su Gilardino, “un giocatore con doti incredibili, un professionista esemplare e con un’umiltà non facile da trovare: sono contentissimo che sia con noi”.

I convocati

Portieri: Agliardi, Stojanovic.

Difensori: Abero, Antonsson, Carvalho, Cherubin, Garics, Morleo, Motta, Sorensen.

Centrocampisti: Guarente, Krhin, Kone, Pazienza, Perez, Pulzetti, Taider.

Attaccanti: Diamanti, Gilardino, Pasquato, Paponi.

.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.