Stefano Pioli
Garics out, a destra c’è Motta. Pioli convoca anche il baby Veratti. ” Troppi infortuni? Presto miglioreremo”
24 novembre 2012
meccanica
La Meccanica Nova
si arrende a Ragusa
25 novembre 2012
volley

IDEA VOLLEY 2002 BOLOGNA – DUCK FARM CHIERI TORINO 1-3 (25-20, 14-25, 15-25, 22-25)
IDEA VOLLEY 2002 BOLOGNA: Stufi 6, Lavorenti 2, Vece, Arimattei 5, Petrucci, Milos 13, Korukovets 3, Cvetanovic 18, Ginanneschi 5, Minervini (L). Non entrate Severi, Alfonsi, Lapi. All. Simone.
DUCK FARM CHIERI TORINO: Borgogno 6, Bechis 4, Sirressi (L), Potokar, Guiggi 3, Ravetta 16, Sorokaite 18, Fernandez Navarro 12, Piccinini 13, Fabris, Zauri (L), Vindevoghel. Non entrate Vietti. All. Salvagni. ARBITRI: Piersanti, Bartoloni. NOTE – durata set: 26′, 24′, 21′, 29′; tot: 100′.

E’ durata solo un set l’illusione per l’Idea Volley 2002 Bologna di muovere la classifica contro la più blasonata Duck Farm Chieri Torino. Non sono bastate le prove superlative di Milos e di Cvetanovic per centrare il primo sorriso stagionale. La squadra piemontese vince in rimonta 3-1, ma soffre più del previsto trovando dall’altra parte della rete un Bologna con il coltello tra i denti e aggressivo su ogni pallone. Alle note negative di una classifica che vede la formazione felsinea all’ultimo posto con un punto, fa notizia la media di 2125 spettatori a partita nelle prime 4 gare disputate al PalaDozza (2500 contro Villa Cortese, 1800 contro Conegliano, 2200 contro Bergamo, 2000 questa sera contro Chieri Torino) rafforzando ancora di più il legame tra squadra e territorio.
Simone schiera la diagonale Petrucci-Giananneschi, Milos e Stufi al centro, Cvetanovic e Arimattei di banda, Minervini libero. Salvagni, scioglie le ultime riserve e preferisce Vindevoghel a Sorokaite nel sei+uno di partenza al fianco di Piccinini in banda, Bechis confermata in palleggio con Ravetta in posto 2, Guiggi e Fernandez al centro, Sirressi libero.
Nel primo set è l’Idea Volley 2002 ad imprimere il ritmo alla gara. Il gioco di Alessio privilegia l’aggressività sotto rete di Milos e Stufi, subito in grande spolvero. Le padrone di casa accelerano (12-6) e Arimattei con Ginanneschi confezionano il 15-8 parziale. Il PalaDozza incita a gran voce le proprie beniamine, ma è la Duck Farm a rientrare in gara quando Salvagni toglie Vindevoghel ed inserisce Sorokaite. Chieri Torino rientra in partita (21-19), ma nel momento migliore delle piemontesi esce la rabbia del Bologna che con Cvetanovic e Milos chiude la prima frazione sul punteggio di 25-20. Nel secondo set, la fomazione ospite cambia decisamente pelle anche perchè Salvagni mette Borgogno per Guiggi. Bologna in pratica esce di scena molto velocemente cadendo sotto i colpi di una strepitosa Piccinini e di una Ravetta infallibile. Ma è la ricezione che sale per Chieri Torino, mentre la squadra di Simone è impalpabile (6-18). Sorokaite e Piccinini evidenziano con il colore rosso le disattenzioni delle seconda linea bolognese (14-25). Terzo set fotocopia con la formazione di casa che non riesce a trovare la rigiocata nel contrattacco, mentre per Chieri Torino tutto diventa più facile. Agli errori sotto rete, fanno poi eco le prodezze di Piccinini e Ravetta (9-20). Tutto semplice per le piemontesi che chiudono la frazione sul 15-25. Quarto set combattuto, punto a punto, deciso nel finale dalla maggior precisione della batteria di attaccanti della squadra di Salvagni (22-25).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.