volley
B1, Volley 2002 stende Pesaro 3-1
25 novembre 2012
altre scritte
Giovanni Baiano
Tempi moderni: Romagnoli e il “caso Fortitudo”
Storie di ingiurie da terzo millennio
25 novembre 2012
baldini

“Son ragazzi”, diceva un noto presentatore in tv. E deve averlo pensato anche il mister della Primavera del Bologna, Baldini, al termine della partita di ieri contro il Sassuolo, terminata con pareggio per 3-3. Già, perché i baby rossoblù non approfittano dello stop di Chievo e Atalanta, le dirette concorrenti in cima alla classifica, che pareggiano tra di loro, e non fanno quel salto in graduatoria che tutti a Bologna si auguravano. C’è da dire che i ragazzi di Baldini anche ieri hanno mostrato non solo grandi qualità, ma anche una buona dose di carattere. Infatti, la partita non aveva certo preso una piega favorevole ai rossoblù, che si sono trovati sotto di 2 goal dopo l’autogoal di Dall’Osso al 10′ e il raddoppio del Sassuolo con Gomez al 23′. Ma il Bologna ha saputo reagire ed accorciare le distanze con Benatti su rigore a 3′ dal termine del primo tempo. Nella ripresa, poi, il “gioiello” di casa Alessandro Capello ha ribaltato il match, realizzando una doppietta (al 55′ e al 70′) che sembrava poter essere decisiva per le sorti del Bologna. Invece ecco che i ragazzi di Baldini mostrano tutta la loro inesperienza e, nel primo minuto di recupero del secondo tempo, si fanno raggiungere dal Sassuolo grazie al goal di Cani (91′). 3-3- il finale e tanto rammarico per un’occasione sprecate per agganciare il secondo posto in classifica. Ma vogliamo concludere con un pensiero: a questa squadra, ieri, mancavano i migliori difensori, uno per squalifica (Maini) e l’altro perché aggregato con Diamanti e compagni (Radakovic). Inoltre, mancava anche il capitano, nonché bomber, Veratti (anche lui con Pioli a Genova). E allora, forse, tutto sommato anche il pari in rimonta non è un risultato da buttare via. Unica nota, l’apporto sotto le aspettative di Riverola: se il catalano non riesce ad incidere (perché no, anche con i goal) nel campionato Primavera, come può farlo in Serie A?

Alessandro Capello

La prossima settimana, il Bologna sarà impegnato in casa contro l’Inter (unica squadra imbattuta fino ad ora), in quello che è senza dubbio il big match di giornata, considerato che proprio i neroazzuri hanno scavalcato i rossoblù in classifica ed ora sono appaiati al Chievo al secondo posto, con due punti di vantaggio sul Bologna.

Giovanni Baiano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.