Si è giocata venerdì al Palasport di Zola Predosa, ore 21.15 la sfida tra Basket Voltone e New Flying Balls Ozzano, valevole per la sesta giornata del Campionato Serie C girone B di pallacanestro.

Cronaca della partita:

Gli ospiti partono forte sorprendono il Basket Voltone mostrando maggiore aggressività difensiva e una gradevole circolazione di palla, mentre i padroni di casa risultano estremamente molli nel pitturato tanto da non commettere falli nei primi 4 minuti di gioco e rimanere aggrappati alla partita grazie alle triple del veterano Stignani, ala di 1,93 cm classe 73, che oltre ad una discreta precisione al tiro carica di falli la squadra ospite. Coach Cappelletti però si trova costretto a chiamare timeout dopo 5 minuti sul 12-18, intuendo che i suoi sono rimasti negli spogliatoi, ma la strigliata non serve: si tocca il +14 ospite a 1 dalla fine e solo grazie ad una bomba da metà campo di Collina il primo quarto si chiude sul 21-28 per gli ospiti. Si torna in campo e Ozzano mette in mostra tutte le sue qualità, dalla impressionante precisione al tiro, alla panchina lunga e di discreto spessore tecnico che si trova in roster: si torna quasi al massimo vantaggio di +13 con il tiro dalla lunga di Tassinari ( 12 alla fine per lui ) a 6’ dall’intervallo. Il solito Stignani, con il contributo di Collina e Palazzini tiene a galla Zola sparando dalla lunga e lasciando ancora aperto qualche spiraglio nel secondo periodo. Zola però palesa le grosse difficoltà a trovare canestri aperti, costretta anche dall’ottima difesa a uomo di Ozzano. All’intervallo siamo già 40-53, punteggio molto alto. Poi, incredibilmente agli ospiti si spegne la luce: gli alieni di Space Jam si presentano al Palasport di Zola e rubano il talento ai 10 in campo, morale: non si segna più. I padroni di casa rimangono a galla, con Palazzini e Collina a tenere in piedi la baracca mentre Ozzano si ritrova con 4 punti segnati nei primi 6 minuti e la partita per un attimo sembra essersi riaperta sul 57-59 a 2’ dalla terza sirena, e qui il black out si sposta dalla Via Emilia alla Bazzanese. Il referto dei canestri totali nei primi 5 minuti dell’ultimo quarto dice quota 2. Zola non attacca più, si dimentica cosa siano i penetra e scarica mettendo nel frullatore tiri dalla lunga non riuscendo a venirne a capo; allarga le maglie in difesa e, come nel primo periodo, apre un’autostrada ad Ozzano ( solo 2 falli di squadra nell’ultimo quarto! ) che con Poli ( 21 pt. miglior realizzatore di partita ) taglia la testa al toro segnando 8 punti in un minuto e portandosi sul +17 a 3’ dall’ultima sirena, che significa vittoria.  Punteggio finale di 68-77 con il secondo periodo che recita 28-24. Ne viene fuori così una partita dai due volti, degna del miglior Stevenson. Ozzano così respira e si porta a quota 4 in classifica staccando proprio Zola che dovrà trovare ossigeno nello scontro salvezza Sabato prossimo contro la Ghepard Bologna.

Alessandro Mirra

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.