Movimento 5 Stelle: “La nuova Fortitudo?
I bolognesi hanno un credito di 6,5 milioni.
Romagnoli deve accollarsi anche i debiti”

Manolo Gabbiadini
Garics verso il forfait, sulla destra Motta. Gabbiadini: “E ora continuità”
23 novembre 2012
Badovini
Ayrton Badovini, ducatista SBK:
” Una grande opportunità per me “
23 novembre 2012
romagnoli

Anche la politica scende in campo sulla vicenda della nuova Fortitudo, con il Movimento 5 stelle che va in pressing sull’Amministrazione comunale, e non solo.

“Sicuramente – intervengono i consiglieri regionali Giovanni Favia e Andrea Defranceschi e comunali Massimo Bugani, Federica Salsi e Marco Piazza – la rinascita della Fortitudo sarebbe una buona notizia per lo sport bolognese. Ma il Comune di Bologna non può calpestare i propri diritti, e quelli dei suoi cittadini, nemmeno in nome di questa sospirata rifondazione sportiva. Ricordiamo che il Comune vanta un credito di 6.500.000 euro nei confronti della vecchia Società, negli ultimi tempi gestita da Gilberto Sacrati. Se ora Giulio Romagnoli pensa di prendersi tutto, nome, simbolo, codice societario, giovanili e storia biancoblù, sappia che deve accollarsi anche i debiti.

Se con un’operazione di maquillage societario la Federazione Italiana Pallacanestro e il CONI vogliono resuscitare la Effe scudata ( avvantaggiati dal fatto che non ci sono più due richieste ), il Comune di Bologna deve chiarire subito che questa nuova Fortitudo nasce con un debito da saldare immediatamente con tutti i bolognesi. Sarebbe allucinante pensare di spostare i debiti, contratti dalla vecchia società, chissà dove (il sistema bad company/good company usato per Alitalia e tanti casi simili è un trucco da bisca) consentendo alla nuova di godere del prestigio del marchio Fortitudo senza saldare le proprie pendenze. E il Comune ha in mano, sostanzialmente, solo ed esclusivamente questo per far valere il proprio credito: la storia dell’Aquila.
Tutti i cittadini bolognesi hanno nei confronti della Fortitudo, vecchia o nuova che sia, un credito di 6,5 milioni di euro che devono riscuotere nel più breve tempo possibile. Non è giusto che le strade abbiano le buche o che si taglino i servizi perché si sceglie di favorire una squadra con un trattamento che gli consente di non pagare i propri debiti. Ogni cittadino ha oltre 20 € di credito verso la Fortitudo. E’ obbligo del Comune riscuoterli, ora, senza ulteriori esitazioni, prima che gli sfugga di mano l’unico strumento di contrattazione possibile”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.