Montezemolo: ” Ecclestone é anziano, abbiamo perso la pazienza ” Alonso: ” Faremo meglio nel 2013 ” Massa: ” Temevo mi cacciassero ! “

Abero
Alberto Bortolotti Positiva emergenza rossoblù, quando hai scelte obbligate non puoi sbagliare
2 dicembre 2012
Premiazione Challenge 2012
Mauro Casali vince
il “4° Challenge Damistico Petroniano
3 dicembre 2012
Gruppo Ferrari

Chiusura di stagione della Ferrari a Valencia, hanno parlato Montezemolo, Alonso e Massa. Il presidente: ” Ecclestone? Bisogna avere rispetto per le persone molto anziane, soprattutto quando arrivano a un punto in cui non riescono più a controllare le parole. Certo, spesso l’anzianità è incompatibile con certi ruoli e responsabilità. Il comportamento della Ferrari è stato trasparente: abbiamo visto dopo la gara immagini che tra l’altro sono andate su tutti i siti del mondo, abbiamo ricevuto migliaia di richieste di tifosi e noi abbiamo fatto la cosa più semplice, corretta e lineare. La Fia ha detto che dal suo punto di vista tutto era regolare e per noi il discorso è chiuso”. E poi i temi tecnici: ” Non è possibile che la Formula 1 non trasferisca più tecnologia alle nostre vetture di serie. Non solo, non si può concepire ancora una Formula 1 in cui non si fanno prove e test in pista. Lo diremo nelle sedi competenti. La nostra pazienza ha raggiunto il limite. Se ne facciano una ragione. Noi siamo costruttori, non siamo sponsor, non mi sta più bene questa storia “.

L’asturiano: “Credo che come strategia, pit-stop, partenze, affidabilità sia stato un anno perfetto. Siamo tutti d’accordo che l’unica cosa che c’è mancata è stata la macchina, che non ci ha permesso di essere al livello dei migliori durante gran parte dell’anno. E’ l’unica cosa che dobbiamo migliorare ma è anche vero che è la più difficile. Con tutte le difficoltà che abbiamo avuto, penso ad esempio al ritardo che avevamo nei test invernali, essere arrivati a lottare fino all’ultimo per il titolo significa che siamo una grande squadra”

Il brasiliano: ” Nella prima metà dell’anno ho temuto per la mia riconferma. Non pensavo che la Ferrari aspettasse davvero fino a dopo l’estate prima di decidere la composizione della squadra per il prossimo anno. E’ vero che da quando sono a Maranello ci sono sempre state tante voci su di me.  All’inizio ho dato troppo peso a queste cose ma poi, ad agosto, mi sono detto che dovevo pensare solamente a correre e a divertirmi e allora ho cominciato davvero a guidare, ad avere il giusto feeling con la macchina e ad andare veloce come so fare. Ora mi sento molto forte e i risultati si sono visti nelle ultime nove gare: quindi sono ottimista per il futuro, mio e della Ferrari “.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.