COLLEGE ITALIA ROMA – MECCANICA NOVA BOLOGNA  43-76 

Meccanica Nova Bologna:  Nori 9, Tassinari 16, Crudo 11, Calabrese 8, Bonafede 8, Santarelli 7, Cigliani ne, Cordisco, Allen 13, Jamal Eddine 4 – All. Scanzani

College Italia Roma:  Chiabotto 5, Costa 3, Reggiani 19, Russo 2, Manghi, Diouf, Tosi 6, Mirra, Minali 2, Vitari 6 – All. Campobasso     

Parziali: 181541286047
Arbitri: 
D’Arielli Francesco (Pe) – De Panfilis Fernando (Pe)
Spettatori: 200
Tiri da due: Libertas 20/48 (42%), Roma 13/37 (35%)
Tiri da tre: Libertas 4/11 (37%), Roma 1/10 (10%)
Tiri liberi: Libertas 24/38 (63%), Roma 14/20 (70%)
Rimbalzi: Libertas 35 (27+8), Roma 42 (33+9)
Recuperate/Perse: Libertas 29/18, Roma 18/29
Assist: Libertas 7Roma 4
Valutazione: Libertas 86, Roma 22

La trasferta nella capitale porta due punti e nuovamente il sorriso in casa Meccanica Nova che ottiene il suo sesto successo consecutivo ai danni di College Italia.

La formazione bolognese, visto anche il ko interno casalingo della Virtus La Spezia con Battipaglia, si ritrova cosi in seconda posizione solitaria, con 12pt frutto di un bilancio positivo quanto inatteso (6v-1p).

La Libertas può così aspettare serenamente sabato prossimo la corazzata Ragusa (sabato 24 novembre ore 18.00 Cierrebi Club) partita di alta classifica. Per Libertas e il suo gruppo giovanissimo è già un successo, questa prima parte di stagione premia gli sforzi profusi e il lavoro sin qui svolto. Nessun appagamento però, anzi, ancora tantissima strada da fare!

Presente nelle dieci Irene Cigliani, ma non ancora pronta dopo lo spavento con Viterbo per la distorsione al ginocchio (e caviglia), l’ala triestina procede secondo la tabella di recupero; difficilmente ci sarà con Ragusa, ma l’importante ora è recuperare al meglio.

Avvio contratto per le bolognesi con la formazione di Stella Campobasso, con la squadra collegiale FIP a partire meglio sotto la guida della propria leader Erica Reggiani (19pt + 9r e 3rec). Un primo quarto di sostanziale equilibrio (20-18) con Sara Crudo (11pt + 10r + 3rec) a tenere in linea di galleggiamento il team insieme all’atletismo di Dominique Allen (13pt + 5r).

Le ragazze di Scanzani con il passare dei minuti prendono sempre maggiore confidenza con la gara, aumentando l’intensità difensiva, che forza le romane a diverse palle perse con Francesca Santarelli (migliore in campo) ed Elisabetta Tassinari (top scorer) a spingere quanto più possibile il gioco in velocità. Minuti di qualità anche per Alice Nori (9pt + 4r) sembre utile in difesa su tutte le linee di passaggio e Gloria Calabrese (8pt + 2r), capace di fiammate importanti in zona offensiva.

Le rossoblù dilagano nel terzo periodo e la panchina bolognese può giustamente ampliare le rotazioni, risparmiando capitan Bonafede ed utilizzando l’energia di Cordisco e Jamal Eddine sul parquet per oltre 14 minuti.

Per le avversarie da segnalare le prestazioni di atletismo di Irene Tosi e le buone cose di Annalisa Vitari (6pt, 3/4 al tiro + 8r) in doppio utilizzo da Fortitudo Rosa. La lunga veronese ha giocato una buona partita, salutando le future compagne di squadra con cui potrà disputare le eventuali fasi extraregionali con i team U19 e U17 bolognesi. Un arrivederci insomma!

Domani intanto il big match juniores alle ore 21.15 alle Pal. Pertini in cui le fortitudine affronteranno il Nazareno Carpi: arrivano entrambe imbattute all’appuntamento. Sfida al vertice dunque con in palio il primato, da non perdere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.