Ryanair dal Motor Show ti fa volare in Europa
19 novembre 2012
Giovedì di corse
all’Arcoveggio
19 novembre 2012

Dopo la 5^ giornata del 68° Campionato Pallavolo Serie A1 Femminile, l’Idea Volley 2002 Bologna resta all’ultimo posto della classifica, anche se le prestazioni individuali delle giocatrici rossoblù, a livello statistico, consentono di guardare al futuro con cauto ottimismo.

Luca Berarducci, scoutman dell’Idea Volley 2002 Bologna, mette ai raggi X la squadra a partire dalla gara di ieri contro Bergamo: “Globalmente la ricezione regge (69% positiva, 50% perfetta) anche se Bergamo fa meglio (82% positiva, 48% perfetta). Stesso discorso vale per l’attacco (40% Bologna, 42% Bergamo) e i muri vincenti (4 contro 5). La differenza l’hanno fatta i break point (23 messi a segno da Bergamo, solamente 10 da Bologna) e gli errori delle due squadre (5 contro 7, se li dividiamo per set); buone prestazioni per Stufi, Arimattei, Minervini e Korukovets”.

 Sull’analisi globale delle prime cinque partite di campionato lo scoutman dell’Idea Volley 2002 spiega: “Andando ad analizzare nel dettaglio queste prime cinque giornate, possiamo vedere come l’Idea Volley 2002 riceva discretamente. Mediamente al 62% positiva e al 44% perfetta, il picco negativo è stato raggiunto nella partita di Giaveno (55% positiva), mentre in tutte le altre quattro giornate la squadra ha viaggiato sopra al 60%, permettendo così ad Alessandra Petrucci di variare il gioco avendo a disposizione tutte le possibili soluzioni in attacco. Le tre giocatrici più bersagliate in ricezione sono state Cvetanovic, Arimattei e il libero Minervini, che hanno sempre risposto alla grande”.

 Altro fondamentale che fa la differenza nelle partite è l’attacco. “Sotto questo punto di vista – continua lo scoutman bolognese –  Bologna ha attaccato mediamente con il 33% di efficacia (dati molto simili ad Urbino, Conegliano e Giaveno) e il 25% di efficienza, registrando un buon miglioramento negli ultimi due match ed il picco proprio in occasione della partita contro Bergamo (40%). Se suddividiamo l’attacco di cambio palla dal contrattacco possiamo notare come il primo abbia un buon valore (37% efficacia), mentre in difficoltà è il contrattacco (28%), fase curata in allenamento con costanti miglioramenti. E aggiunge: “Individualmente poi le tre migliori attaccanti sono state Stufi, Milos e Petrucci, quest’ultima capace di fare parecchi punti fra secondi tocchi e attacchi di seconda. Federica Stufi ha viaggiato con un’efficacia media del 47% (34 punti sui 72 attacchi totali), dato che l’avvicina a tutte le migliori centrali del nostro campionato. Ivana Milos, compagna di reparto dell’atleta toscana, ha attaccato con il 37%. A seguire poi c’è il duo Cvetanovic-Korukovets, appaiate con il 27%”.

 Per quanto riguarda il muro, l’Idea Volley 2002 è andata a segno 55 volte. La top scorer in questo fondamentale è stata Stufi (13, ben 5 all’esordio contro Villa Cortese), seguita da Milos (12) ed Arimattei (9). Entrano nella classifica anche Cvetanovic (8), Korukovets (4) e Lapi (4), Petrucci (3) e Ginanneschi (2).

 Sugli altri fondamentali Berarducci poi conclude: “11 ace e 47 errori, 3% efficacia e 13% fallosità sono le statistiche della battuta”.

 Infine, Ivana Milos risulta tra le miglior attaccanti della 5^ giornata con una percentuale d’attacco del 67%, secondo i dati ufficiali diramati dalla Lega Pallavolo Serie A Femminile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.