Se Diamanti e compagni, prima di oggi, facevano molta fatica ad uscire da una crisi che dura ormai da un paio di mesi, c’è però una formazione rossoblù che vince anche quando non convince e vede la classifica sorridere più di quanto si pensava ad inizio anno. La Primavera del Bologna, infatti, ieri ha battuto 2-0 i coetanei del Verona agganciando al terzo posto in classifica l’Inter (che pareggia 1-1 nel derby contro il Milan) e conservando due lunghezze di distanza dal Chievo, secondo in graduatoria.

Alessandro Capello

La situazione del Girone B, quello del Bologna, resta comunque difficile: il Milan, sesto, è a soli tre punt dai “baby” rossoblù. Ma la vittoria di ieri, ottenuta pur senza giocare il solito calcio brillante e soffrendo forse un po’ troppo l’avversario (fanalino di coda), dà forza ad un Bologna che si avvicina sempre di più al passaggio del turno. La partita contro il Verona è stata combattuta fino al 60′, quando tra le fila del Bologna è entrato il gioiello di casa, Alessandro Capello, che ha completamente rivoltato gli equilibri in campo. Il trequartista sempre più leader, insieme al capitano Veratti, del Bologna ha dapprima servito l’assist proprio per Veratti, che al 78′ ha segnato il nono goal in undici partite, e poi ha chiuso il match cinque minuti più tardi, firmando la sua sesta perla da inizio stagione.

Luca Veratti, bomber e capitano della primavera rossoblù

Da registrare, nel finale, un po’ di confusione in campo e qualche battibecco che hanno portato all’espulsione di mister Baldini e del difensore Maini, perno della retroguardia rossoblù, che saranno così costretti a saltare la partita della settimana prossima contro il Sassuolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.