Kennet, nel giorno del tuo 45° compleanno Bologna non si dimentica di te. Tu segui ancora le vicende rossoblù? Oggi c’è un centravanti che non ti sta facendo rimpiangere, Alberto Gilardino.

Seguo il Bologna, per quanto mi è possibile dalla Svezia. Vedo che Gilardino sta facendo bene. E mi fa piacere che un grande giocatore come lui stia giocando a Bologna.

Tu sei rimasto nei cuori dei tifosi bolognesi, al pari di Klas Ingesson. Ci puoi dare aggiornamenti sulle sue condizioni di salute?

Ho parlato qualche tempo fa con lui. Questo è un momento duro, ma tutti sappiamo quanto lui sia un lottatore. Deve combattere contro una brutta malattia, ma speriamo che vada tutto bene. Ora si sta curando, e in questo momento non è al massimo delle forze.

Tu hai in programma di tornare a Bologna prossimamente, magari al Dall’Ara per vedere qualche partita?

Certamente sì. Ogni tanto torno, e a Bologna c’ero anche lo scorso anno. Bologna non è solo vostra: è anche mia.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.