Il saluto di Valentino a Ducati e Biaggi “Yamaha? Non pare cambiata”

Nella presentazione del Gran Premio a Valencia, ultimo della stagione, Rossi si é soffermato sulle aspettative per il rientro in Yamaha ( primo test martedì al Ricardo Tormo ), sul bilancio in Ducati e sul ritiro di Biaggi.

“La Yamaha dall’esterno non mi sembra cambiata molto, i suoi pregi e difetti mi paiono gli stessi di quando l’ho lasciata. Però grazie al motore 1000 è riuscita a migliorare in velocità massima. Ma quello che sono più curioso di vedere è come mi comporterò io, se saprò essere ancora veloce in frenata ed entrata in curva, i miei punti di forza con la M1. Ma con la Desmosedici non lo sono stati. Se sono lo stesso di due anni fa? Non lo so. Sono un po’ più vecchio, ma a pensarci bene potrei anche essere migliorato, la Ducati è stata sicuramente una buona palestra. Sia io che loro speravamo di finire insieme la mia carriera ma purtroppo non è stato possibile. Anche se i risultati non sono stati quelli che ci aspettavamo, ho conosciuto comunque molte persone di cui ho grande stima, in pista abbiamo dato il massimo e fuori abbiamo condiviso bei momenti. Quest’ultima gara sarà certamente emozionante”.

Per ultimo non poteva sottrarsi a una domanda sul ritiro di Biaggi, dopo il suo silenzio di ieri. “Non penso che sia utile parlare del ritiro di un altro, ogni pilota sa quando è arrivato il momento che smettere. Penso sia quando la fatica supera il piacere – commenta Vale – Però ieri mattina quando ho letto del suo ritiro un po’ mi è dispiaciuto, non me lo aspettavo. Poi a mente fredda, mi è sembrata una buona scelta, ha smesso al top e a 41 anni. C’è una relazione speciale fra noi, anche se non di amicizia. Con lui è sempre stato eccitante duellare, ricordo in particolare il 2001, in palio c’era l’ultimo titolo in 500, un risultato storico. Quella battaglia fu veramente dura, sia dentro che fuori la pista. E’ stato un grande rivale, mi restano dei bei ricordi delle nostre sfide”. Ci potrebbe essere anche un ‘ultima occasione per un confronto, il 2 dicembre a Latina quando si correrà una gara benefica per la Fondazione Simoncelli. “Non so ancora se parteciperò – dice Valentino – però lì lui giocherebbe in casa, sarebbe avvantaggiato. Poi potrei invitarlo al ranch per una rivincita” . E Rossi? Lui quando si ritirerà? “Biaggi ha 8 anni più di me – la risposta – non penso che il prossimo a smettere sarò io. Adesso mi interessa scoprire quanto sono ancora veloce, poi si vedrà. Certo la decisione dipenderà molto anche dai risultati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.