Il Bologna torna alla vittoria, 3-0 al Palermo
Gila-Gabbiadini-Diamanti e in campo 4 espulsi
Curci si rifa male al quadricipte calciando

baldini
La Primavera del Bologna vince ancora ed è 3° 2-0 contro il Verona
18 novembre 2012
college
Meccanica Nova prosegue la marcia
ed é corsara a Roma
18 novembre 2012
Alberto Gilardino

Erano passati quasi due mesi dall’ultima vittoria rossoblù, ma il Bologna oggi è tornato al successo contro il Palermo, vincendo per 3-0 in casa grazie alle reti di Gilardino, e Gabbiadini e Diamanti su rigore. Mister Pioli lo aveva detto: “La nostra stagione passa dal Dall’Ara”, e i suoi questa volta non lo hanno tradito, giocando una buona partita, che sarebbe potuta finire con un risultato ancora più favorevole al Bologna. A dire il vero, Diamanti e compagni hanno iniziato un po’ contratti, ma la rete di Gilardino (gran goal il suo sesto in campionato) al 22′ ha sbloccato la squadra, che da lì in poi ha giocato quasi sul velluto. Infatti, il Palermo pur avendo tenuto il possesso del gioco nella prima parte di gara, non è riuscito a reagire allo svantaggio e si è perso man mano che i minuti passavano.

Alessandro Diamanti, oggi ha segnato il quarto goal stagionale

Così i rossoblù hanno continuato a proporre un gioco migliore del solito, con Garics e Morleo sempre presenti in fase di attacco sulle fasce. E, come volevasi dimostrare, se si attacca con più uomini arrivano anche le occasioni. Al 29′ Gilardino si produce in un’altra azione spettacolare: Garics mette un pallone in mezzo all’area, il bomber del Bologna si gira con uno stop a seguire e calcia di prima intenzione verso lo specchio, ma non è fortunato. Ad un minuto dalla fine del primo tempo, Garics si ripropone in fascia destra e crossa verso Taider, che viene anticipato da Donati, che colpisce il pallone chiaramente con la mano. L’arbitro fischia rigore e Gabbiadini, a cui Diamanti e Gila lasciano la trasformazione, segna il suo primo goal nel Bologna. Nella ripresa il Palermo non fa in tempo a cercare di rimontare, che i rossoblù segnano di nuovo su rigore: Diamanti lancia in profondità Gila, che anticipa il portiere rosanero ma viene atterrato. Espulsione di Ujkani più rigore ( anche il Palermo cambia il goalkeeper, lo stesso aveva dovuto fare il Bologna a fine primo tempo, terzo infortunio stagionale a Curci, calciando ), questa volta trasformato da Diamanti. La partita di fatto finisce qui.

Manolo Gabbiadini

In realtà il Bologna avrebbe ancora qualche occasione (un paio clamorose) con Garics e Gilardino, ma l’attaccante non riesce a realizzare la doppietta personale. Si contano, poi, altre 3 espulsioni in campo (Barreto e Labrin per il Palermo e Taider per doppia ammonizione), in una partita che finisce in 10 contro 8. L’espulsione di Taider è l’unica nota stonata della partita del Bologna e, dispiace dirlo, il francesino dimostra tutta la sua inesperienza commettendo un fallo inutile ed evitabile con la propria squadra in vantaggio per 3 reti.

Archimede Morleo

TABELLINO:

Bologna: Curci (39’Agliardi), Antonnson, Sorensen, Cherubin, Garics, Perez, Taider, Morleo, Diamanti (81”Guarente), Gabbiadini (60’Paponi), Gilardino.

Palermo: Ujkani, Munoz, Donati (46’Benussi), Von Bergen, Morganella, Barreto, Kurtic, Garcia, Ilicic (74’Viola), Brienza (63’Labrin),Dybala.

Marcatori: 22’Gilardino, 44’Gabbiadini rig., 47’Diamanti rig.

Espulsi: 47′ Ujkani, 72’Barreto, 78’Taider, 82’Labrin

PAGELLONE:

Morleo voto 8: il migliore in campo, è attento in fase difensiva e sempre propositivo in quella offensiva. Suo l’assist per il primo goal di Gilardino. E’ l’unico a continuare fino alla fine ad attaccare alla ricerca del quarto goal invocato dal Dall’Ara.

Diamanti voto 7: il capitano gioca da tutte le parti, recupera palloni e prova le giocate che non riuscivano da un po’. Apprezzabile anche per aver lasciato il primo rigore a Gabbiadini, in cerca della prima rete rossoblù.

Gilardino voto 7-: è di un’altra categoria e lo si vede ogni volta che entra in possesso del pallone. Gila è la speranza dei tifosi rossoblù e se gli arriveranno sempre i palloni che sono arrivati oggi, a fine campionato supererà senza dubbio quota 15 goal. Meriterebbe 8 in pagella, ma pesano un paio di errori di testa da posizione favorevole.

Taider voto 5,5: gioca bene, in verità. Ma l’espulsione proprio non ci voleva. Acerbo.

Pioli voto 6-: oggi la formazione in campo l’ha senza dubbio azzeccata e il voto poteva (e doveva) essere più generoso. Ma qualche cambio non convince, per esempio Taider poteva essere sostituito prima. Il mister non ha la palla di vetro, è vero, ma con due centrocampisti centrali ammoniti a fine primo tempo, un cambio si può spendere per sostituirne uno davanti di 3 reti.

Giovanni Baiano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.