Anche Gimenez ai box, attacco rossoblù ridotto all’osso
21 novembre 2012
Un tuffo nel cinema
Uisp e la ginnastica per la mente
22 novembre 2012

Buona sgambata in famiglia per l’Idea Volley 2002 Forlì Bologna che ieri sera ha sostenuto un allenamento congiunto contro la Volley 2002 Forlì Bologna, quarta forza del campionato di serie B1, (gir. C). Due ore intense che hanno permesso ai tecnici Biagio Marone da una parte e Alessio Simone dall’altra di provare nuove soluzione tattiche in vista delle partite di sabato contro Snoopy Pesaro (ore 17) e Duck Farm Chieri Torino (ore 20,30) che si disputeranno sabato 24 novembre al PalaDozza.

“Abbiamo svolto – spiega Alessandro Orefice, vice allenatore dell’Idea Volley 2002 – un allenamento congiunto dando degli obiettivi più difficili alla nostra squadra utilizzando una metodica a punteggio speciale, dove
ogni punto delle nostre ragazze doveva essere confermato da una seconda palla giocata, mentre la formazione di Marone poteva fare sempre un doppio punto con due palloni, dopo quello vinto. Stiamo affinando sempre più il gioco al centro e abbiamo trovato ancora una volta buone soluzioni dalla panchina”. Poi aggiunge: “La fase break può essere il nostro punto debole. Ci stiamo lavorando quotidianamente con più insistenza e i numeri ci
confermano che da inizio anno stiamo raccogliendo i frutti del lavoro svolto. Ci sono ancora due giorni di allenamento fondamentali per lavorare su Chieri Torino. Abbiamo studiato minuziosamente la partita a video e
scout alla mano, e contiamo di di invertire questo trend negativo. Questo lo facciamo per noi, per la società e per Bologna, tifosi, addetti ai lavori e non”.

Raggiante l’allenatore della Volley 2002 Forlì Bologna, Biagio Marone: “Allenamento congiunto a noi servito piu’ che altro per attaccare contro i muri molto alti. Un buon test senza dubbio e sono soddisfatto dell’approccio mentale della squadra. Inoltre, abbiamo preso confidenza con il PalaDozza, dove sabato, per la prima volta, faremo il nostro debutto assoluto. Un motivo in più per fare bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.