Gianni Marchesini Squalifica di Portanova, una barzelletta Rispetto a Conte e Alessio giusti 2 mesi

de carvalho
Bologna, De Carvalho: “A caccia di continuità”
12 ottobre 2012
virtus coop
Virtus-Varese gratis
per i soci Coop
13 ottobre 2012
gianni-marchesinipagelle-diamanti-45-un-leader-non-spariscepioli-5-nelle-prime-sette-peggio-di-un-anno-fa

Forse siamo tutti su Scherzi a parte e non ce ne siamo resi conto.

Il verdetto del Tnas, che riduce da 6 a 4 i mesi di squalifica per Daniele Portanova, risulta incomprensibile. Da qualunque parte lo si guardi.

Il confronto con la sentenza che ha riguardato l’allenatore della Juventus Antonio Conte è obbligatorio: per entrambi l’addebito è stato derubricato da “illecito sportivo” a “omessa denuncia”.

Se l’inibizione per Conte è scesa da 10 a 4 mesi era del tutto logico ipotizzare la stessa proporzione nello sconto a Portanova. Proporzione che avrebbe dovuto ridurre la squalifica da 6 mesi a 2 mesi e 12 giorni. Arrotondabili a 3 mesi. Che poi era quello che si aspettava l’avvocato Gabriele Bordoni, infuriato difensore dell’ex capitano rossoblu.

Ma non basta. Assieme a quella riguardante Portanova, è stata ridotta anche la squalifica inflitta ad Angelo Alessio, vice di Conte: dopo la prima sentenza di 8 mesi e la riduzione in appello a 6, ora siamo scesi a 4 mesi. E, secondo l’Agenzia Ansa, Alessio potrebbe tornare in panchina il 21 ottobre prossimo. Per Portanova, invece, la squalifica tradotta in giornate di campionato (16) cesserebbe solo dal 16 novembre (17a giornata, Napoli-Bologna).

Dunque il calcolo del periodo di squalifica segue criteri differenti per allenatori (o vice) e giocatori? Una barzelletta, che va a completare l’esito risibile di indagini che parevano destinate a rivoluzionare il calcio e a spazzare via il disastroso fenomeno delle scommesse. Molto rumore per (quasi) nulla. E nessuna certezza che i veri colpevoli abbiano pagato il giusto. Viene naturalmente da pensare che pesi e misure diverse abbiano molto a che vedere con l’importanza (quella sì molto diversa) fra la Juve e il Bologna.

La sostanza è che Pioli nelle prossime 9 giornate, verosimilmente quelle che daranno l’impronta al campionato rossoblu nel bene e nel male, non potrà disporre di un leader difensivo, essendo Portanova squalificato e Natali reduce dall’operazione al crociato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.