Garics verso il forfait, sulla destra Motta. Gabbiadini: “E ora continuità”

Manolo Gabbiadini

E’ reduce dal suo secondo gol in serie A. Il primo l’aveva segnato proprio al Bologna, lo scorso anno, con la maglia dell’Atalanta. Il secondo è arrivato su rigore, per gentile concessione di Diamanti e Gilardino, che gli hanno lasciato il penalty. Adesso Manolo Gabbiadini va verso la conferma della maglia da titolare anche contro la Sampdoria, nel 3-4-1-2 che dovrebbe essere confermato, e invoca continuità.

“Adesso dobbiamo essere bravi a dare continuità alla vittoria di domenica scorsa – ha detto oggi l’attaccante – e dobbiamo farlo innanzitutto perché ce lo meritiamo: ci stiamo allenando molto bene, e per questo meritiamo di continuare a fare risultati positivi: io, compagni e mister vogliamo che ci sia continuità. La differenza l’ha fatta la nostra compattezza, finora c’è stata qualche sconfitta di troppo, ma siamo rimasti sempre uniti, anche nei momenti difficili è stato bello vivere lo spogliatoio, e il merito va a tutta la squadra. E’ grazie a tutto questo che ora ci auguriamo arrivino altri risultati positivi. Avevo battuto diversi rigori nelle giovanili e quello di domenica scorsa è stato il primo in serie A: ero piuttosto tranquillo, anche perché sentivo la fiducia dei miei compagni, che me l’hanno lasciato battere, e questo mi ha caricato molto. Come ho trascorso la serata dopo il primo rigore  in A? Tranquillamente: ho mangiato una pizza e ho guardato il derby. Non voglio esaltarmi troppo per un gol, anche perché non ho ancora fatto niente. Con Gilardino mi trovo molto bene, è un grande campione e mi sta aiutando ad adattarmi a un ruolo nuovo in cui spero di fare ancora meglio. Gente come lui e Diamanti, e tra poco Portanova, daranno una grossa mano, in termini di esperienza, a noi giovani. La salvezza è la cosa primaria, dobbiamo solo giocare partita dopo partita cercando di vincere senza guardare la classifica. La guarderemo più avanti, e se avremo meritato qualcosa di più, tanto di guadagnato”. Infine, uno sguardo anche al 2 dicembre, quando l’attaccante di Calcinate incontrerà la ‘sua’ Atalanta. “Ho già segnato all’Atalanta in B, quando ero al Cittadella e non esulterei neanche questa volta. Ma ora pensiamo a Marassi e a dare continuità ai nostri risultati”.

Per quanto riguarda la formazione, sembra ormai certo il forfait di Garics, che anche oggi ha svolto terapie per l’affaticamento muscolare accusato ieri. La fascia destra sarà dunque nelle mani di Motta mentre Guarente resta in pole per affiancare Perez al centro, con Morleo a sinistra, Diamanti sulla trequarti, Gilardino e Giabbiadini in attacco con la conferma della difesa a tre formata da Antonsson, Sorensen e Cherubin. Nell’allenamento di oggi terapie anche per Curci, Acquafresca, Gimenez e Natali. Ancora a riposo Roger De Carvalho dopo l’intervento mentre Taider ha svolto terapie e lavoro differenziato. Differenziato anche per Paponi, che ha ancora un giorno per recuperare in extremis e strappare una convocazione dopo il problema muscolare accusato in settimana: per una convocazione tra gli attaccanti è eventualmente pronto anche il capitano della Primavera Luca Veratti.

DIAMANTI A PALAZZO D’ACCURSO – Capitan Diamanti sarà intanto lunedì prossimo in Consiglio congiunto comunale e provinciale, per intervenire in qualità di testimonial della campagna Noino.org in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.