Garics out, a destra c’è Motta. Pioli convoca anche il baby Veratti. ” Troppi infortuni? Presto miglioreremo”

Stesso modulo, due novità forzate. Per la sfida di domani contro la Sampdoria Pioli è orientato a confermare il 3-4-1-2, ma infortuni e squalifiche costringeranno il tecnico rossoblù a un paio di cambi nell’undici titolare. Garics non ha recuperato dall’affaticamento muscolare rimediato a metà settimana: al suo posto è pronto Motta. Il posto dello squalificato Taider dovrebbe invece aggiudicarselo Guarente, un passo avanti nel ballottaggio con Krhin e Pazienza, a fianco di Perez e con Morleo a completare, sulla sinistra, la mediana. Conferme in difesa, con Antonsson, Sorensen e Cherubin, e in avanti, con Diamanti alle spalle di Gilardino e Gabbiadini. Oltre a Garics, Pioli non ha recuperato neppure Paponi, anche lui ai box per un problema muscolare (risentimento) e così porterà in panchina il capitano della Primavera Luca Veratti, alla prima convocazione con la prima squadra.

“Domani – ha detto alla vigilia lo stesso Pioli – si affrontano due squadre che stanno vivendo più o meno lo stesso momento. Entrambe eravamo reduci da una scia di risultati negativi e domenica scorsa abbiamo messo in campo una prestazione importante dal punto di vista dello spirito, del carattere, delle motivazioni e della cattiveria agonistica. La squadra che sarà in grado di rimettere in campo la stessa prestazione e lo stesso spirito avrà più possibilità di fare risultato: ci siamo preparati per essere ovviamente noi a fare questo tipo di prestazione. Non abbiamo altre strade, soluzioni e obiettivi: vogliamo mantenere spirito e prestazione messi in campo domenica scorsa contro il Palermo. Non abbiamo ancora risolto niente: squadra, giocatori, società e staff vogliono che anche questa sia una stagione positiva e stanno facendo di tutto per dimostrare di meritare di più. Non è cambiato niente rispetto a quello che ho detto sabato scorso: questo è il momento di parlare poco e di cercare di fare punti. Per farlo, bisogna disputare prestazioni all’altezza. Questo è il nostro obiettivo: pensiamo a una partita per volta, sapendo che il mini-ciclo finisce il 22 dicembre: in quel momento tutti tireremo le prime somme. Adesso dobbiamo solamente insistere, spingere forte, mettere in campo prestazioni importanti e soprattutto portare a casa punti. Con Ciro Ferrara ci siamo trovati contro molte volte da avversari, anche se poi ci siamo scontrati poche volte perché, da difensori, io rimanevo nella mia metà campo e lui nella sua. Insieme, poi, abbiamo giocato qualche partita nell’Under 21: è stato un grande giocatore e un grande difensore, è un ragazzo molto simpatico e intelligente e credo anche un allenatore preparato”. Non poteva mancare un riferimento alla lunga serie di infortuni muscolari, una decina dal ritiro estivo ad oggi: “Sono sorpreso perché non sono abituato a tanti infortuni, con il mio staff siamo molto attenti a calcolare i carichi di lavoro. Per fortuna però questa settimana non ci sono state lesioni e presto le cose si sistemeranno”.

I convocati

Portieri: Agliardi, Lombardi, Stojanovic.

Difensori: Abero, Antonsson, Cherubin, Morleo, Motta, Radakovic, Sorensen.

Centrocampisti: Guarente, Kone, Krhin, Pazienza, Perez, Pulzetti.

Attaccanti: Diamanti, Gabbiadini, Gilardino, Pasquato, Veratti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.