Emilio Baldi
Un vecchio nemico, Lewis Hamilton,
salva Alonso dal ko con Vettel:
verdetto F1 rinviato a Interlagos

Ventunesimo successo in Formula 1 ad Austin, Texas, di Lewis Hamilton, che si sta congedando da Mc Laren, per passare dal 2013 in Mercedes, con le stimmate del campione. Sembrava profilarsi il chiaro dominio di Seb Vettel ( ritirato il compagno di team Mark Webber), con Alonso terzo ma malinconicamente distaccato di 35″, una vita. Bravo Massa, quarto, partito indietro per forzata scelta tecnica ( cambio nuovo per giustificare l’arretramento ) e migliore del suo più celebrato – e forte – compagno di squadra. Tredici punti di distacco sono teoricamente rimontabili a Interlagos, ma occorre o un miracolo imprevedibile, oggi, o una sfiga pazzesca per le Red Bull. Domenicali alla fine gliel’ha un pò tirata, dicendo ” oggi si é fermata una Red Bull “, sottintendendo quella sbagliata, e paragonando l’esito aritmeticamente positivo di stasera con le qualifiche disastrose di ieri. Insomma, ci si attacca a tutto.

 

1 Hamilton GBR McLaren 56 1
2 Vettel GER Red Bull 56 1
3 Alonso ESP Ferrari 56 1
4 Massa BRA Ferrari 56 1
5 Button GBR McLaren 56 1
6 Räikkönen FIN Lotus 56 1
7 Grosjean FRA Lotus 56 1
8 Hülkenberg GER Force India 56 1
9 Maldonado VEN Williams 56 1
10 Senna BRA Williams 56 1
11 Perez MEX Sauber 56 1
12 Ricciardo AUS Toro Rosso 56 1
13 Rosberg GER Mercedes 56 1
14 Kobayashi JPN Sauber 55 1
15 di Resta GBR Force India 55 2
16 Schumacher GER Mercedes 55 2
17 Petrov RUS Caterham 55 1
18 Kovalainen FIN Caterham 55 1
19 Glock GER Marussia 55 1
20 Pic FRA Marussia 54 1
21 de la Rosa ESP HRT 54 1
22 Karthikeyan IND HRT 54 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.