Pioli ritrova Morleo, Pazienza e Pulzetti e punta sul 3-4-1-2.
Cherubin ai tifosi: “Restate con noi”
“Spero di rimanere a Bologna a lungo”

BiancobluBologna0722
Biancoblù ancora su Sportube per la gara contro la Tezenis
15 novembre 2012
Granarolo
Alberto Bortolotti
Terreni a Granarolo ancora non pagati
2 milioni di € il saldo negativo per il Bologna
15 novembre 2012
cherubin 2

Lungodegenti a parte, il giovedì ha riportato a Stefano Pioli tutto il gruppo a disposizione, nazionali compresi. Già oggi è infatti rientrato in gruppo Pazienza, dopo l’affaticamento muscolare che ieri lo aveva costretto a interrompere l’allenamento. In gruppo hanno lavorato anche Pulzetti, reduce dal problema alla caviglia accusato contro il Torino. e Morleo, che si è messo alle spalle il problema muscolare della gara con l’Udinese. Terapie per Cesare Natali e Robert Acquafresca, a riposo Roger De Carvalho dopo l’intervento dei giorni scorsi per la frattura della mandibola. Contro il Palermo, si va verso un Bologna in versione 3-4-1-2 , con la conferma del terzetto difensivo formato da Antonsson, Sorensen e Cherubin, Garics e il rientrante Morleo sulle fasce, Perez e Taider nel cuore della mediana, Diamanti sulla trequarti e la coppia Gilardino-Gabbiadini in attacco.

CHERUBIN  – Nicolò Cherubin (25 anni), difensore in forza al Bologna dall’estate del 2010 ha risposto oggi alle domande dei tifosi sul sito rossoblù. “Se fossi un tifoso pretenderei dalla squadra che l’impegno non venisse mai meno, come infatti è- racconta- guai se mancasse la voglia da parte di noi giocatori”. Il difensore, che fino ad oggi vanta il miglior rendimento tra i compagni di reparto, parla dei supporter del Bologna e dice: “Come sempre ci fanno sentire il loro affetto, nei momenti di difficoltà non sono mai mancati, erano numerosi anche domenica a Torino. A loro posso solo chiedere di continuare così, di starci vicini e non mollare. Continuate a stare con noi, con il lavoro usciremo dal momento difficile”.

Nicolò Cherubin

Tra una domanda e l’altra, poi, trova il tempo per rivelare quelle che sono le sue intenzioni per il futuro: “Mi auguro di avere davanti parecchi anni da giocatore, magari qui a Bologna”, spiega e svela la voglia id continuare nel mondo del calcio anche una volta terminata la carriera da giocatore. “Restare nell’ambiente non mi dispiacerebbe affatto, magari anche da allenatore, chissà”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.