Bologna, si ferma anche Garics, ma rientrano Morleo e Pazienza. Pascutti si riprende e ritrova la maglia

Mentre l’infermeria rossoblù continua a restare in primo piano (oggi si è fermato anche Garics, ma sono rientrati in gruppo Morleo e Pazienza), proprio dal fronte sanitario arrivano le notizie più importanti in casa Bologna. A quasi un mese dal delicato intervento chirurgico alla schiena, perfettamente riuscito, Ezio Pascutti sta meglio e sta svolgendo la terapia ribilitativa presso l’ospedale privato Santa Viola e già scalpita per tornare presto alla sua vita di tutti i giorni. Oggi ha ricevuto la visita del presidente Albano Guaraldi, che gli ha portato in dono una maglia rossoblù, ovviamente col numero 11. “Per me è sempre un piacere e un onore – ha detto Guaraldi – incontrare il grande Ezio, un mito per tutti noi tifosi del Bologna. Gli auguro di cuore una pronta e completa guarigione”. (Nella foto, tratta dal sito ufficiale del BFC – Albano Guaraldi, Ezio Pascutti e il primario prof. Nunzio Matera).

A Casteldebole, intanto, al rientro in gruppo di Morleo e Pazienza, ha fatto da rovescio della medaglia l’affaticamento  muscolare ai flessori della coscia destra  che ha costretto Garics a svolgere terapie. Grosso punto interrogativo, dunque, sulla presenza dell’esterno destro domenica prossima: le sue condizioni verranno valutate da qui a domenica. In allarme Motta, che non era però nemmeno stato convocato per la gara di domenica scorsa contro il Palermo. Terapie per Acquafresca, Natali, Curci e Paponi. A riposo Taider e Carvalho dopo i rispettivi interventi mentre Gimenez continuerà per qualche giorno a svolgere terapie a causa di un’infiammazione delle vie urinarie. Sul fronte formazione, confermata la difesa a tre delle ultime gare, qualche novità arriverà certamente in mediana e forse in attacco. La squalifica di Taider apre il ballottaggio per il partner di Perez nel cuore del centrocampo: sulla carta, Guarente (oggi provato titolare), Krhin, Kone e a questo punto anche Pazienza sono in lizza. In avanti, invece, Pioli ha gli uomini contati: di fatto, ad oggi solo Gilardino e Gabbiadini. Questo potrebbe portare il tecnico rossoblù a optare per un 3-5-1-1 con una punta in meno e un centrocampista in più.

 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.