Bologna- Atalanta 2-1, goal di Diamanti e Gabbiadini Pioli: “Prestazione di carattere contro una squadra organizzata. Siamo in crescita “

pontevecchio
La Polisportiva Pontevecchio fa il pieno al suo Congresso
2 dicembre 2012
Aci al Motor Show
educa alla guida sicura
2 dicembre 2012
AC Chievo Verona v Bologna FC - Serie A

Diamanti-Gabbiadini. I due attaccanti del Bologna confezionano una vittoria importantissima per i rossoblù, che battono 2-1 in casa l’Atalanta. E per i due non si tratta solo di aver segnato i goal decisivi, ma di aver sfoderato una prestazione brillante, trascinando la squadra oltre l’ostacolo, rappresentato dal pareggio bergamasco nel secondo tempo. Perché se nel primo tempo il Bologna domina la partita, segna il primo goal con Diamanti al 16′ su punizione dalla lunga distanza e spreca altre due o tre occasioni per chiudere il match (Gabbiadini è sfortunato quando al 34′ colpisce il palo con un sinistro a giro, a portiere battuto), nel secondo l’andazzo è diverso, e l’Atalanta mostra tutto il suo carattere. I neroazzuri pressano con più convinzione e schiacciano per diversi minuti il Bologna nella sua metà campo. Denis realizza il pareggio atalantino al 50′, approfittando delle precarie condizioni fisiche di Sorensen  (poi costretto ad uscire), e bucando Agliardi con un preciso diagonale mancino. Da lì, per una decina di minuti si teme il peggio: i rossoblù non riescono a reagire e l’Atalanta comincia a credere nella vittoria. Ma accade quello che non ti aspetti: il Bologna per la prima volta quest’anno dimostra veramente tutto il carattere che possiede, grazie anche alla ritrovata condizione di Diego Perez e Saphir Taider, che corrono come dei matti. Se nelle vittorie con Palermo e Catania non c’era stato neanche bisogno di giocare a denti stretti, oggi Gabbiadini e compagni ce la mettono proprio tutta. E al 70′ sugli sviluppi di una calcio piazzato Abero (subentrato per Guarente al 63′) stacca di testa verso Gabbiadini, che segna il suo secondo goal stagionale (il primo su azione) con una mezza girata da pochi metri dalla linea di porta.

Manolo Gabbiadini

Poi si tratta di difendere, tenere il più possibile palla per rifiatare e magari provare qualche contropiede. E’ Diamanti che, oggi da vero capitano, guida la squadra alla quarta vittoria stagionale, sacrificandosi un po’ da tutte le parti, rincorrendo gli avversari fino alla trequarti difensiva e ripartendo in velocità. Certo, la lucidità a volte manca, ma Diamanti oggi ha corso davvero tanto. Insomma, una prestazione da sottolineare del Bologna, non tanto per il gioco (che comunque nel primo tempo è stato di buon livello), quanto per la convinzione e la voglia di portare a casa i 3 punti.

Stefano Pioli

Nel dopo partita Pioli ha sottolineato lo spirito con cui i suoi giocatori hanno ottenuto una vittoria preziosa, ma non solo quello: “La squadra ha costruito tanto e potevamo chiudere la partita nel primo tempo- racconta- sono soddisfatto della prestazione, messa in campo contro un avversario che non molla mai”. Adesso, conclude l’allenatore, “dobbiamo pensare alla Lazio e proveremo a giocare per vincere anche in quella occasione”. Il rendimento casalingo de Bologna sta crescendo, con due vittorie consecutive, e ciò rende più sereno il mister che ricorda: “In trasferta mancano i risultati, ma per fortuna da qui a Natale ne giochiamo altre due in casa”.

TABELLINO  Bologna-Atalanta 2-1:

Bologna: Agliardi, Motta, Antonsson, Sorensen (53′ Khrin), Cherubin, Taider, Perez, Guarente (63′ Abero), Diamanti, Gabbiadini (85′ Pasquato), Gilardino.

Atalanta: Consigli, Raimondi, Stendardo, Manfredini, Peluso, Schelotto, Cigarini, Carmona (73′ Radovanovic), Bonaventura (79′ Parra), Moralez (65′ De Luca), Denis.

Marcatori: 16′ Diamanti, 50′ Denis, 70′ Gabbiadini

PAGELLONE:

Gabbiadini voto 8: il giovane attaccante oggi gioca alla grande. Oltre a realizzare il goal vittoria, rientra sempre in difesa (tant’è che salva il risultato nel primo tempo, immolandosi su una conclusione avversaria) e colpisce anche un palo.

Alessandro Diamanti

Diamanti voto 7,5: Alino dimostra di meritare, in assenza di Portanova, la fascia di capitano. Segna il quinto goal stagionale su punizione e poi si mette al servizio dei compagni. Insegue, contrasta, difende e poi riparte in contropiede. A volta manca un po’ di lucidità in fase offensiva, ma è più che normale.

Perez-Taider voto 7: la coppia di centrocampo non smette un second di correre. Ritrovati loro, i rossoblù ritrovano anche carattere e prestazione.

Pioli voto 7: schiera una formazione in grado di dominare gli avversari nella prima parte di gara, e legge bene la partita nel secondo tempo (vedi il cambio Guarente-Abero). Ottimo.

Giovanni Baiano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.