Andrea Tedeschi
La Virtus crolla, offerto Coleman?
Sabatini: “La priorità sono i giovani”
Biancoblù ed Eagles ok

Gianni Marchesini Strama batte nettamente un Pioli nervoso Antonsson da brivido e Diamanti irascibile
29 ottobre 2012
13 medaglie per Il San Mamolo judo
a Sports Days a Rimini
29 ottobre 2012
Se è vero che ‘repetita iuvant’, anche la copertina di questo lunedì cestistico non può che appartenere a Stefano Salieri, primatista solitario ed imbattuto in Legadue dopo la vittoria conquistata al fotofinish contro Pistoia, che ha invece subìto al Paladozza il suo primo ko stagionale.
Partita d’altri tempi, quella contro i toscani di Moretti infarciti di ex biancoblù, vinta grazie al recupero difensivo di Cutolo dopo che Harris aveva rischiato la frittatona.
Così la Biancoblù, che ha già dimostrato di poter sopperire all’inesperienza di alcuni suoi elementi con un’enorme quantità di attributi, se le guarda tutte dall’alto e si appresta ad usufruire della settimana di riposo per via dell’esclusione dal campionato di Napoli (anche qui ‘repetita iuvant’, ma in senso ultranegativo). Altra perla di un governo (quello del nostro basket) che siamo certi potrà ottenere importanti benefici dal ritorno al vertice della figura di Gianni Petrucci, dopo gli anni bui di un Meneghin impegnato più a sonnecchiare che non a concentrarsi sui veri problemi del movimento.
Tornando a ieri, di pacche sulle spalle e strette di mano ne ha dispensate e ricevute parecchie Giulio Romagnoli, che ha legittimamente riservato un elogio anche al successo ottenuto da quelli che a breve dovrebbero diventare ufficialmente gli Eagles di Fortitudo 2011. La squadra di Padovano, in barba alle difficoltà riscontrate da inizio stagione, ha espugnato Reggio Calabria conquistando, in maniera autoritaria, il quarto sigillo e mandandone ben cinque in doppia cifra. Ancora una volta questo gruppo (pur nella categoria superiore ed in buona parte rivoluzionato) si dimostra più forte di insidie che, a questi livelli, non dovrebbero esistere ed ecco perchè (quando arriverà il momento, e non manca molto..) anche i sacrifici di questi ragazzi non dovranno essere sottovalutati.
Secondo rovescio consecutivo, invece, per la una Virtus mai in partita ad Avellino e travolta ben al di là del punteggio finale (87-77). Gara che non è mai esistita e se l’alibi dell’assenza di Poeta non manca, va riconosciuto però che la Scandone era priva di Warren (non uno qualsiasi). Bianconeri che hanno tirato dalla lunetta con una percentuale inferiore a quella degli avversari dalla lunga distanza e già questo dato numerico basterebbe per fotografare il confronto. Certo, qualche piccolo campanello d’allarme inizia a suonare (difficoltà in cabina di regia, troppe palle perse e relativa pericolosità dall’arco), ed ecco, puntuali, che le voci di radio mercato rifioriscono, dando la Virtus (ma non solo lei) interessata alla guardia Aubrey Coleman, recentemente tagliato dai cechi del Nymburk.
Coleman ha già mostrato le sue doti di grande realizzatore in quel di Biella, prossima avversaria della Saie 3 in un match che dovrà obbligatoriamente significare riscatto per una squadra che davanti al proprio pubblico (e con Poeta nuovamente a disposizione) deve archiviare al più presto quella che lo stesso Claudio Sabatini ha definito ‘una partita orrenda’.
Lo stesso ad ha tenuto oggi una conferenza stampa nella quale ha esaminato la situazione di Minard, sotto esame, ribadito la priorità di far giocare i giovani per incassare il premio federale, rinviato a tra un mese un ipotetico ritorno sul mercato, ed espresso preoccupazione per le condizioni del ginocchio di Poeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.