Andrea Tedeschi
Dal Sant’Agostino al Castiglione Murri
una storia di basket e di sfide con i bianconeri

Claudio Sabatini
Sabatini furioso, Romagnoli contento a metà Basket City si divide
12 novembre 2012
rotolo
Boxe, giovedì San Lazzaro
celebra Simone Rotolo
12 novembre 2012
foto
Geniale, al solito sorprendente, ma non se l’aspettava davvero nessuno! La sortita con cui Claudio Sabatini ha chiuso il suo intervento sabato scorso, in occasione della giornata di consegna dei riconoscimenti alle società emiliano romagnole titolate nella scorsa stagione, ha colto tutti di sorpresa.
E così, quando davanti al gotha dello sport e del basket italiano il neo Amministratore Delegato della Virtus si è voluto sbilanciare sul fututo della Basket City tanto rievocata nell’intervento del prossimo Presidente FIP- Gianni Petrucci-, dichiarando che il derby gli manca tantissimo e che non vede, pertanto, l’ora che torni in serie A..il Castiglione Murri, in platea ci siamo tutti guardati con stupore convenendo che, anche stavolta, Sabatini era riuscito a superare sè stesso.
E rimanendo lecito domandarsi se Sabatini avrebbe ugualmente pronunciato quella frase se in sala non fossero stati presenti anche i vertici della Biancoblù (non l’avrebbe fatto..), va da sè che il sottoscritto, orgogliosamente ed affettivamente legato alla società nata nel 1966 dalle ceneri del Sant’Agostino (che cedette il diritto di partecipazione alla massima serie proprio alla Fortitudo) abbia vissuto, di getto, emozioni contrastanti. Quella del giornalista/giornalaio pronto a sfruttare la dichiarazione di Sabatini per un bel titolone ma anche quella di chi, umanamente, si è sentito profondamente coinvolto.
Ben inteso: che si trattasse soltanto di battuta è testimoniato dal fatto che la prima squadra del Castiglione Murri, pur disputando ad oggi un campionato DNC assolutamente egregio, non possa ovviamente permettersi di ambire a quelle vette ma non vi nego che, anche solo per un piccolo istante, Sabatini mi abbia caricato!!
Scherzi a parte, la squadra e coach Carretto sono stati bravi a non farsi sorprendere dalle inattese citazioni mediatiche avute nelle ore successive alla giornata di festa vissuta presso l’Auditorium Unipol.
I rischi c’erano, perchè si giocava a Bertinoro contro lo Scirea Basket (colori sociali..bianconero!). Pura coincidenza?..!
In ogni caso…grazie Claudio, per l’imprevedibilità del tuo pensiero che ci fornisce ulteriori stimoli per far sì che il presente/futuro di questo sodalizio possa rispettarne storia e tradizione che da anni lo contraddistinguono.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.