Alberto Bortolotti
Zanetti medita di andare il 18 in assemblea soci:
primo passo verso un impegno futuro?

Scrive oggi Simone Monari su Repubblica: ” Massimo Zanetti sta pensando di partecipare alla prossima assemblea dei soci del Bologna, in programma il 18 dicembre a Casteldebole. Più probabilmente vi manderà un suo professionista di fiducia. ‘Stiamo valutando l’ipotesi ‘, confermano alla Segafredo, cui sono intestati i 4 milioni che Zanetti mise nel dicembre del 2010, dando il via all’operazione salvataggio. Sarebbe la prima volta che il re del caffè si ripresenta sulla scena dopo le dimissioni del 21 gennaio 2011. Conviene però un pizzico di cautela, perché già un anno fa, di questi tempi, si era ventilata l’ipotesi di una sua presenza in assemblea. Zanetti, con gli uomini del suo staff, sembrava in partenza. Poi, a un paio d’ore dall’appuntamento, declinò l’invito.

Però l’aria, nel frattempo, è cambiata. E la situazione economica del club è peggiorata. L’assemblea dei soci s’annuncia un appuntamento cruciale per le sorti del Bfc, che ha chiuso l’ultimo esercizio di bilancio (30 giugno), con un rosso di 6.2 milioni. ”

Sul tema, qualche giorno fa avevamo scritto: ” Il Bologna non è riuscito a comunicare – o non ha potuto – che dei 6 milioni  di debito 4 sono ancora ” menariniani “, tra l’ hotel di Porcedda, deprezzato della metà, Bernacci, incentivato all’esodo ad agosto, Rickler, fortemente svalutato. Per tutte queste ragioni il mercato a gennaio prevede un esborso massimo tra 500 mila e il milione di euro, quindi prestiti. Dalla cessione di Ramirez è venuta una fondamentale boccata d’ossigeno, anche perchè ad agosto era subentrato il panico per calcioscommesse e lo stallo delle trattative per Gaston, resisi conto perdippiù che Acquafresca, in serie A, è di poco spessore ( ridimostrerà le sue attitudini a Cagliari, dove va con ogni probabilità a gennaio ). Il futuro? Ad aprile sai come sei messo, salvo o no. E quindi saprai se hai i diritti tv o meno. ”

Ecco, resta la possibilità allettante di rivedere concretamente Zanetti accostato al Bologna. Quasi come fosse il primo passo di una rinnovata voglia di fare il pilota. Detto che era un gesto atteso, percepito da giorni e non scritto per non mettere in difficoltà una fonte, beh, speriamo. Non si può fare altro. Oggi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.