Alberto Bortolotti La serata storica all’Unipol Arena vista in parterre

Andrea Tedeschi Le figurine di Armani e i cinni di Sabatini
4 ottobre 2012
Riparte il torneo
di baseball per ciechi
4 ottobre 2012

Scrivendo di basket, ci tengo a due premesse: la prima é che non parlo di tecnica o giocatori, non ne so mezza, come sostiene Macca sono rimasto a Floyd ” la pompa ” Allen. E – visto che ha ragione – ci sono rimasto con orgoglio, intendiamoci. La seconda é che sono felicissimo di una mia battuta, e cioé che Milano é la prima squadra al mondo che ha in panchina più gente in giacca e cravatta che in tuta! Portaluppi a tener dietro ai punti, in nero antracite tipo autista di Golfieri, lui che aveva una mano mortifera, faceva tenerezza.

Flavio Portaluppi

Comunque, ieri sera ero a Casalecchio. In prima fila in parterre, come un vipsss. E, guardando il match – bellissimo, intensità da playoff – mi é venuto in mente che nell’ambito della costruzione della Fondazione Virtus ci fu raccontato ( a noi, ” soci “: cioé gli altri, soci, io poco più che un infiltrato. Lo dice perfino Righi, quindi é vero! ) che non era così certo che i tre burdèl che ieri hanno vinto la partita fossero tesserati per le V nere, dipendeva da tante opportunità di mercato.  Bel colpo di chiappa – o preveggenza – averli tenuti, adesso i ragazel che spasimano per il basket hanno modelli giovani, ed é una gran cosa. Mi é anche venuto in mente che un amico, e quasi collega, Matteo Airoldi, il giorno in cui Sabatini e Romagnoli hanno litigato ( strano…) su Imbrò, mi ha tenuto mezz’ora al telefono per parlarmi di questo ragazzo, sostenendo che la Virtus se lo poteva tranquillamente tenere ( io sbuffavo, non ero interessato al tema ). Non era impazzito, rifletteva solo il parere di un pezzo del popolo Fortitudo che non si voleva far ” colonizzare ” dal tentacolare Sabatini ( e invece, se si facessero colonizzare, uscirebbero finalmente dalla melma in cui si trovano ).

Giulio Romagnoli

Alla fine, la Virtus l’ha fatta Sabatini in persona, mettendo – ritengo temporaneamente – in un angolo tutti gli altri. E mi pare che l’obiettivo sia centrato. Infine, ma qui siamo nell’ambito del ” gossip ” puro ( ma c’entra, ieri sera l’Unipol Arena assomigliava al Forum o al PalaEur, calciatori, olimpionici, imprenditori, banchieri, belle tifose ), tra gli spettatori c’era, festante, un virtussino noto ex di Manuela Arcuri. Sicuri che fosse l’unico? Chi sa, si faccia avanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.