Alberto Bortolotti I soldi di Zanetti nel Bologna, non ai soci Baraldi come amico, non dirigente: il nuovo Bologna é pronto. Dipende dai nanetti…

12, 15, 20 milioni, l’aumento di capitale che si vorrebbe – comicamente, se permettete – suggerire, se non imporre, a Massimo Zanetti per la sua trionfale reentreé, dato che il ” re del caffé ” ha saggiamente dichiarato che ai soci non darà un euro e li vuole tutti mettere nel Bologna, come del resto lui e il suo direttore generale avevano timidamente suggerito tra dicembre 2010 e gennaio 2011 ( venendone ripagati con interviste tv dei soci violentemente anti, cene semi-clandestine, prese di posizione giornalistiche e lavorìo a Casteldebole tanto sottile quanto devastante ). Ne avrei voluto parlare stamattina con il Presidente Guaraldi, incrociato all’inaugurazione del nuovo reparto dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile al Gozzadini. Ma essendo stato ufficialmente iscritto all’elenco dei reprobi ( d’altra parte a fare il proprio mestiere é un rischio che si corre: non credo sia un reato il fatto che al Credito Sportivo, per esempio, io conosca un sacco di gente ), Guaraldi é sgattaiolato via come mole sua ( e mia ) rendono non facile. Ma ci é riuscito.

In ogni caso a Rastignano un occhio al futuro lo stanno mettendo con grande serietà. E il front man dell’eventuale – e auspicabile – rientro di Massimo Zanetti non sarà in ogni caso Luca Baraldi ( che lavora a Padova ). Zanetti presidente, magari viene un uomo di calcio ( e Baraldi, come ho già scritto, darebbe dei consigli ) a lui vicino. ma NON LUI. E questa non é una voce, è una certezza. L’eventuale, auspicabile – a questo punto direi anche possibile, sennò non ci penserebbero…- rientro NON avrebbe Baraldi come ostacolo verso soci e tifosi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.