Alberto Bortolotti
Dopo Olimpiadi e Mondiali prosegue in F1
il duopolio Rai/SKy. Nel 2013,
di 20 gp, solo 9 in diretta non criptata

Come scrive Omnicorse, l’accordo fra Rai e Sky per la spartizione della Formula 1 2013 c’è, manca solo la firma. È attesa l’ufficializzazione nelle prossime ore, certamente prima del Gp di Brasile che a Interlagos chiuderà la stagione 2012. La televisione di stato ha già ottenuto l’ok di Bernie Ecclestone per assicurare l’anno prossimo la visione agli appassionati italiani dei Gran Premi in chiaro, con Rai in seconda battuta rispetto al network satellitare. Sky Italia si è assicurata i diritti dei Gran Premi in esclusiva per il 2013 con una spesa di 53 milioni di euro e può recuperare una parte dell’investimento, rivendendo – come accadrà – alla tv di Stato un pezzo di dirette e tante differite. 
Su venti gare in calendario ( tutte live su Sky Sport ), nove saranno trasmesse dalla Rai in diretta, mentre undici andranno in differita di tre ore. Il programma dei Gp in diretta comprenderà anche le prove libere (i due turni delle prove libere e la sessione del sabato mattina), allargando l’offerta rispetto a quello che era il palinsesto dedicato alla F.1 in questa stagione. Le corse in differita, invece, che si disputano nella notte o in prima mattinata potrebbero essere trasmesse alle 14, l’abituale orario della Formula 1 in diretta, spostando gli altri Gp intorno alle 19 (fuori dalla fascia di interesse del calcio) e lasciando la facoltà agli appassionati di andare al mare nei week end estivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.