Alberto Bortolotti
I progetti di Vasco Rossi
e quelli degli sciatori
subiscono la medesima bocciatura

Il coach dei Saints, Nigel Adkins
Serio l’infortunio a Ramirez i Saints privi dell’uruguagio per un altro mese
19 ottobre 2012
Giulio Romagnoli
La Casa Madre Fortitudo
plaude a Romagnoli
19 ottobre 2012
bortolottioutdoor

C’é una sottile linea rossa che lega Bologna, San Lazzaro, Zocca, Vidiciatico e Roma, in specifico il Circo Massimo.Proviamo ad andare con ordine. Nei giorni scorsi Vasco Rossi viene ricoverato a Villalba, struttura facente capo al Gruppo Villa Maria, dalla quale – in anticipo – il famoso rocker di Zocca viene dimesso. Si ri-diffondono voci che vogliono l’autore di ” Alba Chiara ” in non buone condizioni di salute. Vasco ha 60 anni, qualche acciacco, deve essere curato ma non pare in condizioni tanto diverse da un bel pò di persone della sua età. Si é solo scocciato di una stressante vita da nomade e dall’impegno, fisico e mentale, che richiedono i megaconcerti stile San Siro, che é diventata un pò la sua casa. Aveva progettato una maxiesibizione d’addio al Circo Massimo, sognava 4-500.000 persone a tributargli affetto, ma non sarà possibile ( tanto che sta ripiegando su uno show tv da condurre, tipo Morandi, Ranieri o Celentano. Lo faceva benissimo, a Punto Radio, a metà degli anni ’70 ). Vincoli posti da sindaco e soprintendenza non rendono percorribile quella strada. Tentata, ieri, anche dalla Federazione Internazionale Sport Invernali, che ha mandato il vicepresidente Hujara a Roma per verificare se fosse praticabile l’ipotesi di organizzare al Circo Massimo uno slalom parallelo modello quello vinto negli anni ’80 da Alberto Tomba sulla collinetta di San Siro, a Milano.

Il Circo Massimo

In più rispetto a un concerto rock, uno slalom parallelo richiede la costruzione di un ” muro ” e quindi la sopraelevazione di strutture, in un’area archeologica. Difficile, molto difficile, costi a parte. Peccato, sospira il vidiciatichese Flavio Roda, neo-presidente degli sport invernali azzurri, a caccia – giustamente – di visibilità e promozione. Quel Circo, in realtà, é minimo. Oltre al bikini color carne della Ferilli, rasoterra, non può andare…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.