Alberto Bortolotti Alonso out a Suzuka, vince Vettel, Massa secondo

Ciclismo, chiusa la stagioneA Sorensen il G.P. Beghelli
Androni campione d’Italia
7 ottobre 2012
Alessandro Diamanti e Alberto Gilardino, la salvezza passa dalle loro giocate
Diamanti e Gilardino
convocati in Nazionale
7 ottobre 2012
bortolottioutdoor

In Giappone Felipe Massa torna sul podio dopo due anni, si riguadagna – probabilmente – il sedile in Ferrari in via definitiva e tiene lontano da Alonso, malinconicamente out alla prima curva, qualunque avversario che non sia Vettel.

Alonso a Suzuka finisce subito fuori

Purtroppo il tedeschino della Red Bull, bi-campione del mondo, vince dominando come faceva nelle sue stagioni magiche e questo per la Rossa é un pessimo campanello d’allarme. Dai due podi faticati di Monza e Singapore l’asturiano passa allo zero di Suzuka e, come dice lui, ” adesso ci sono cinque gare rimaste, é come se si trattasse di un nuovo campionato tra me e Sebastian, vince chi fa un punto in più “.  E nelle ultime quattro corse Vettel ha fatto due primi e un secondo posto, issandosi a solo quattro punti dal ferrarista ( 190 contro 194 ) per cui, insomma, le premesse non sono rosee. Ci si può consolare con il conteggio che ha fatto in diretta RAI lo storico inviato della Gazzetta, Pino Allievi, il quale ha fatto rilevare come abitualmente Alonso preceda Massa di 4 decimi al giro. Avendo il brasiliano preso 20 secondi da Vettel, si potrebbe supporre che Fernando sarebbe potuto stargli vicino…Poco più che un esercizio teorico, conveniamo. Anche perché non é affatto certo che Seb abbia spinto come se avesse qualcuno alle calcagna.

Il vincitore Sebastian Vettel

Qualche voto: 10 a Vettel, 9 a Massa e Kobayashi, ottimo terzo, 7 a un ottimo Nico Hulkenberg, gara in rimonta ( e, forse, qualche prospettiva Ferrari in futuro ) e anche a Jenson Button, quarto posto inutile ma di soddisfazione. Il solito Grosjean, avanti in griglia ma casinista in gara, si becca un 5, stesso voto ad Hamilton che é parso un pò un taxista ( ricordava molto, oggi, un motociclista delle nostre parti…), e dire che Alonso lo considerava, fino a due gare fa, il rivale più pericoloso. Un buon sorpasso di Perez, che poi finisce nella ghiaia, e anche il vecchio Schumi fa vedere che qualcosa é ancora capace di fare. Appuntamento in Corea domenica prossima.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.