volley
Idea Volley, il punto sulle giovanili
16 novembre 2012
Roberto Zanzi
Zanzi: “Al mercato penseremo più avanti”
“Speriamo arrivino i risultati, ma ci vuole tempo per amalgamare la squadra”
16 novembre 2012
Robert Acquafresca

Non è protagonista in campo, visto l’infortunio che lo terrà fuori ancora per qualche tempo. Fuori dal campo, però, si parla di Robert Acquafresca. Prima la visita a Napoli, con tanto di cena in un pub e richiesta di informazioni su com’è la vita per i calciatori all’ombra del Vesuvio. Adesso, una vicenda che risale a quando giocava nell’Atalanta. A quanto risulta alla Gazzetta dello Sport, infatti, il procuratore federale Stefano Palazzi ha chiuso l’indagine sulla visita che alcuni giocatori della Dea (tra cui lo stesso Acquafresca) hanno fatto a fine 2009 a due ultra nerazzurri. Per la precisione, due ultra che erano agli arresti domiciliari. Oltre ad Acquafresca, c’erano anche Cristiano Doni, Gian Paolo Bellini e Simone Tiribocchi. Palazzi ha deferito Doni e, per responsabilità oggettiva, il club bergamasco. Si è riservato, invece, di approfondire le posizioni di Bellini, Acquafresca e Tiribocchi. Verranno richiesti altri atti al pm Carmen Pugliese, che aveva già inviato a Roma molto materiale e in particolare l’interrogatorio di Doni come persona informata sui fatti. Davanti al pubblico ministero, Doni aveva confermato la visita insieme con i tre compagni. “Quello di Palazzi – viene fatto notare – è un atto importante, dimostra che anche per la giustizia sportiva certe frequentazioni ‘ambigue’ non sono più tollerate”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.