Acquafresca, almeno due settimane di stop,
da oggi rossoblù al lavoro verso l’Inter

arcoveggio
San Vitale vince il Palio dei Quartieri all’Arcoveggio
22 ottobre 2012
Piermario Morosini
Il mondo del calcio condanna
il coro dei tifosi del Verona
contro Morosini
22 ottobre 2012
acquafresca

Giorno di riposo in casa Bologna, che si ritroverà domani pomeriggio a Casteldebole per iniziare a preparare il match di domenica contro l’Inter, prima gara del trittico di fuoco che, dai qui al 4 novembre, metterà i rossoblù di fronte alla squadra di Stramaccioni e poi a Juventus e Udinese. Nelle prossime ore verrà valutata l’entità del risentimento muscolare al’adduttore della coscia sinistra che ha costretto Robert Acquafresca a dare forfait contro il Cagliari. L’attaccante rischia almeno due settimane di stop, che si dilaterebbero a un mese in caso di strappo. Da domani si inizieranno ad avere le idee più chiare anche sul possibile recupero di Diego Perez, ai box dalla gara con il Catania. Il Ruso sta accelerando i tempi e già da qualche giorno corre regolarmente, ma l’input in casa rossoblù è ovviamente quello di non rischiarlo. In gruppo è atteso anche Henry Gimenez, dopo l’esclusione ‘punitiva’  dall’elenco dei convocati per la gara contro il Cagliari.

Scatteranno dunque da domani le prime prove anti-Inter. E potrebbe scapparci qualche novità in avanti. Allo studio potrebbe infatti esserci un 4-3-1-2 con l’esclusione di Kone dall’undici, il ritorno di Diamanti sulla trequarti e non più nel ruolo di punta e un tandem offensivo composto da Gilardino e Gabbiadini. Proprio l’inserimento dell’ex Atalanta, ieri, ha fatto vedere qualche segnale di svolta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.