Emilio Baldi
Formidabile rimonta di Sebastian Vettel,
Mondiale vinto giustamente. Domenicali:
” Meritava Alonso, destino avverso “

Lega Basket nel caos: il campionato potrebbe ripartire con due mesi di ritardo
6 dicembre 2011
appuntamenti musica
I Radiohead il 25 settembre al Parco Nord
20 settembre 2012
Vettel

La terza vittoria consecutiva di Seb Vettel, campione del mondo nel 2012 dopo 20 gran premi con la sua Red Bull ( che aveva cominciato male questa stagione ) pone il tedeschino allo stesso livello di autentiche leggende dei motori quali Schumacher, Fangio, Prost, Brabham, Stewart, Lauda, Piquet, Senna. Chi ritiene che i meriti siano tutti e solo di Adrian Newey si sarà ricreduto, oggi, dopo che Vettel é precipitato causa collisione al ventiduesimo posto e si é messo letteralmente a volare sul bagnato. Dei 281 punti finali, l’alfiere dei ” bibitari ” ne ha messi insieme 141 nelle ultime 7 gare, raddoppiando il rendimento rispetto alle prime 13. I quattro terzi posti e i tre secondi del regolarista Alonso negli ultimi 8 gran premi ( avvantaggiato da qualche grazioso omaggio del compagno di team Massa ) non sono bastati. Non si può vincere il Mondiale quando l’ultima gara da 25 punti risale a luglio, e questo deficit é poco o punto ascrivibile al pilota, il team ha fatto tanto ma non abbastanza. Anche se Stefano Domenicali, con una piccola parte di ragione, dà colpa al fato: E’ successo davvero di tutto in gara, ma anche questa volta il destino non ci è stato amico, perchè normalmente in certe situazioni succedono altre cose. Noi oggi non potevamo fare più di così, abbiamo dato il massimo. Mi è dispiaciuto per Fernando, perchè si meritava questo titolo in una maniera incredibile. Questo fa male dal punto di vista emotivo, fa male perdere all’ultima gara “. Lo stesso Alonso ha ringraziato il team e detto che non si é perso oggi. Prima di chiudere, un’occhiata agli altri. Un grande e costante Raikkonen, terzo con un successo e tanti piazzamenti. Quattro primi posti per Hamilton, genio e incostanza, sua e di Mc Laren. Le tre vittorie di Jenson Button, prossimo capitano a Woking.  Il più bravo dei giovani, nonostante i disastri, é – punti alla mano – Grosjean. Il celebrato Perez ha messo insieme 0 punti nelle ultime 6 uscite.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.