Golf
Settima edizione di Volkswagen Golf presentata a Bologna domenica
9 novembre 2012
volley
Serie B1, Volley 2002 Forlì
di scena a Perugia,
Udine per Idea volley
10 novembre 2012
Isokinetic

Medicina sportiva ‘made in Bologna’ e bombetta, il binomio è possibile. Anzi: tra qualche giorno diventerà realtà. Lunedì 12 novembre Isokinetic inaugura infatti il suo centro di Londra.

La costola londinese del centro di riabilitazione e traumatologia sportiva che conta già 7 strutture in Italia avrà sede a due passi dalla City, nel quartiere residenziale di Marylebone, e precisamente in Harley Street, quella che è conosciuta come ‘la strada dei medici’, caso più unico che raro di arteria storica di una metropoli che a partire dal XIX secolo concentra tra due marciapiedi strutture sanitarie, pubbliche e private, di riconosciuta eccellenza.

Potenza dei numeri, l’Isokinetic londinese alloggerà al civico 11 di Harley Street: 11 come il numero perfetto del calcio e come quello che già campeggia nella ragione sociale della struttura fondata venticinque anni fa da Stefano Della Villa e Gianni Nanni, e catalogata come 11° <Centre of Excellence Fifa> nel mondo.

I numeri del nuovo centro londinese dicono invece di mille metri quadrati distribuiti su sei piani, con ambulatori, palestre, piscina e un mini-campo da calcio in erba sintetica per la rieducazione: il tutto affidato a un team di assoluto prestigio.

Direttore sanitario del centro di Londra è infatti Bryan English, l’ex medico del Chelsea attualmente presidente della Società dei medici della Premier League. Con lui lavorerà uno staff di medici – tra cui quello della Nazionale di calcio inglese Ian Beasley e Peter Brukner, il luminare che ha scritto la bibbia mondiale della medicina sportiva – insieme a una squadra di terapisti che è stata formata per sei mesi dalla casa madre Isokinetic di Bologna, e che verrà affidata alla supervisione di Marco Zanobbi (che dirigeva la struttura bolognese quando nel 2002 Roberto Baggio tornò in campo in una partita ufficiale a 77 giorni dalla rottura del crociato anteriore del ginocchio).

English garantirà i buoni rapporti con la Premier League. Quelli con gli italiani di Londra Gianluca Vialli, Roberto Mancini, Roberto Di Matteo e Gianfranco Zola sono solidi fin dai tempi in cui i quattro, da calciatori, transitarono dai medici Isokinetic. Quanto alla F.A. la potente Federazione calcistica inglese, i legami sono così stretti che è stata coinvolta, come partner, nell’organizzazione del XXII Congresso Internazionale Isokinetic, che si terrà nell’aprile 2013 allo stadio Wembley di Londra (ulteriore ‘step’ inglese, dopo che il XXI Congresso si è svolto lo scorso aprile a Stamford Bridge, lo stadio londinese del Chelsea).

Dall’ambulatorio al primo piano di via Saffi a Bologna, dove Della Villa e Nanni iniziarono la loro avventura nel lontano 1987, a Harley Street il viaggio è stato lungo e carico di fascino. Nel giorno in cui Isokinetic lancia un’altra delle sue sfide, aggredendo la crisi con investimenti che accentuano la sua vocazione a uscire dai confini nazionali, il suo fondatore Stefano Della Villa non manca di ringraziare compagni di cordata <senza i quali _ dice Della Villa _ questi risultati non sarebbero stati possibili: aprire un centro a Londra non è una conquista solo di Isokinetic, ma della tradizione medica, ortopedica e sportiva della città di Bologna>. Laddove i richiami sono alla quasi millenaria Università, alla scuola ortopedica dell’Istituto Rizzoli e ai 103 anni di storia del Bologna calcio, la cui parabola continua a intrecciarsi con quella di Isokinetic.

L”opening’ è fissato per la mattinata di lunedì 12 novembre al civico 11 di Harley Street. Per ulteriori informazioni si può cliccare il sito www.Isokinetic.com, che ha appena cambiato veste.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.